Nato a Roma l’11 novembre 1961 alle 9.20, l’attore Luca Zingaretti è davvero un homo scorpionicus, con ben cinque pianeti nel segno: Sole, Mercurio, Venere, Marte, Nettuno.

 

 

Il Sole in Scorpione lo rende decisionista, dandogli energia, senso del comando e un forte magnetismo personale. Sono caratteristiche che si ritrovano di frequente nei nativi di questo segno (dominato da Plutone e dal dinamico Marte): lottatori nati che spesso trovano nello sport la loro valvola di scarico, come lo è anche per Zingaretti, orientato da giovanissimo verso la carriera calcistica nelle file del Rimini poi interrotta per frequentare l’Accademia Nazionale di Arte Drammatica a Roma.

L’Ascendente in Sagittario aggiunge una nota di diplomazia e socievolezza al temperamento dell’attore, rendendolo amabile e amato, un ‘capo’ che riesce a piacere. La Luna, nella prima Casa oroscopica, indica la sensibilità artistica di Zingaretti uomo di teatro e protagonista in ruoli televisivi e cinematografici di grande intensità.

La Luna è anche in buon aspetto con Urano, a sottolineare i suoi tratti genialoidi e intuito nella recitazione.

Zingaretti è diventato popolarissimo alla fine degli anni Novanta, con l’interpretazione del Commissario Salvo Montalbano, personaggio al quale ormai il suo nome è associato nelle serie di grande successo in Italia e all’estero.

Un successo che anche astrologicamente trova la sua spiegazione. Lo Scorpione è il segno governato da Plutone, pianeta dai risvolti un po’ inquietanti, associato com’è al mistero, al profondo, alla morte, tematiche ben adatte ad investigatori e a chi si occupa di indagini.

Il Plutone di Zingaretti è in buon aspetto al Medio Cielo: positivo quindi per attività politica, o in impieghi dove si esprime la lotta tra il bene e il male (poliziotto, commissario), tra la vita e la morte (chirurgo) o dove si esercita forte competitività e strategia (sportivo, militare).

Importante anche il suo Mercurio di nascita (in decima Casa, settore della carriera) in buon aspetto con Urano: gli dona originalità, curiosità mentale, successo professionale nel settore artistico-comunicativo e in TV.

Mercurio è anche in buon aspetto con Venere, a rafforzare il successo nel mondo artistico (teatro, cinema). Venere è in buon aspetto con Marte, rendendolo passionale e portato alla scelta di ruoli che lo appassionano.

Camilleri aveva pensato a un Montalbano fisicamente con baffi e capelli (alla Germi) ma Zingaretti (calvo come spesso avviene ai maschi Scorpione) riesce a esprimere molto efficacemente il temperamento del Commissario.

Il suo Sole in cattivo aspetto con Nettuno gli porta qualche momento umorale; in questo ricorda le cupezze di Montalbano. Al termine di ogni serie di Montalbano, si annuncia che è l’ultima, ma ormai tale è l’identificazione tra Zingaretti e il Commissario che sembra impensabile un altro attore al suo posto.

Nonostante il fascino magnetico che l’attore esercita sui suoi fans e sulle sue ammiratrici, la sua sfera più personale e affettiva sono improntate alla riservatezza.

Dopo il primo matrimonio con la nipote di Suso Cecchi D’amico, è ora legato all’attrice Luisa Ranieri, con la quale si è sposato nel 2012 nel castello di Donnafugata, nel ragusano, nei luoghi di Montalbano, e con la quale ha avuto una figlia, Emma.

Vuoi scoprire cosa dicono le stelle del tuo Tema Natale? Prenota ora un mio consulto astrologico => PRENOTA ORA

Marco Celada

Write a comment